Written by: Laura Talini 29-10-2018

Friendz al Digital Innovation Days Italy - la gamification è la chiave dell’engagement


Nel mondo del marketing ci sono sempre dei trend che guidano le strategie delle aziende e nel panorama attuale, i nuovi must sono sicuramente la produzione di contenuti e l’engagement. 

E’ in questo panorama che Friendz, azienda innovativa che offre ai brand servizi di digital marketing grazie al supporto della propria community, sembra essersi ritagliata una posizione privilegiata grazie alla qualità e genuinità dei contenuti prodotti quotidianamente dai suoi utenti e agli alti livelli di engagement che questi sono in grado di generare. 

Ogni giorno la community di 270.000 utenti in Italia e 50.000 in Spagna viene coinvolta in campagne e sfide fotografiche all’interno dell’app secondo i brief concordati con i Brand con cui l’azienda collabora. Tutti i contenuti creati, dopo la validazione da parte dello staff di 110 approvatori, vengono condivisi sui profili privati social degli utenti, raggiungendo in questo modo milioni di persone attraverso il miglior canale di marketing di sempre: il passaparola tra amici. Grazie alle continue attività e alle logiche di engagement impiegate dai community manager, il database di Friendz conta dalla sua nascita ad oggi oltre 4.5 MLN di scatti condivisi sui social dagli utenti. Ogni mese, i contenuti creati ricevono in media 9.742.000 interazioni.

Alla base di una community così attiva e reattiva Friendz ha posto la leva della gamification: un insieme di attività che hanno lo scopo di far divertire e mantenere attivo un utente all’interno di più contesti, agendo sul senso di competizione grazie all’utilizzo di punti, classifiche, missioni o sfide. Queste attività sono, a loro volta, basate su stimoli che spaziano dalla competizione, al senso di appartenenza fino alla paura di venire esclusi da attività speciali.

Ma non solo: gli elementi chiave sono anche il meccanismo di member get member, la paura di rimanere esclusi da qualche attività (Fear of Missing Out) e il senso di appartenenza ai valori della community stessa, come raccontato da Cecilia Nostro (co-founder) e Melissa Tarenzi (marketing manager) in occasione dell’intervento tenuto durante il Digital Innovation Days Italy.



Le stesse leve sono state utilizzate durante l’ICO (Initial Coinf Offering), la sfida affrontata dall’azienda a marzo del 2018 quando, dopo aver investito in attività PR, aver ingaggato influencer del mondo crypto, aver girato il mondo agli eventi più importanti sul tema ed essere stata ostacolata dai cambi di regolamento su tutti i social network, Friendz è riuscita a lanciare la sua cryptovaluta, FriendzCoin, coinvolgendo 15.000 contribuenti sparsi per il mondo e radunando attorno a sé una community mondiale di 85.000 persone. Le logiche sono state vincenti anche in questo caso, riuscendo a far crescere la fan-base anche in questa occasione e permettendo all’azienda di raccogliere oltre $24.000 Milioni.

Ora Friendz è pronta ad offrire tutto il suo know-how in tema di engagement, implementando la gamification nelle piattaforme che ha sviluppato per i suoi clienti. Già validata con diverse aziende, la Social Gaming Platform si adatta a tutte le strategie di comunicazione che vogliono rendere l’utente protagonista e che hanno, tra gli obiettivi: l’aumento della follower base, l’aumento dell’engagement rate giornaliero, una maggiore esposizione del brand sui social, la fidelizzazione dei follower al tone of voice del brand e, soprattutto, la costanza dei risultati.

Share