Written by: Laura Talini 30-05-2019

Friendz e Vidoser ad un metro di altezza con Francesca Moscardo per i Diversity Media Awards

Friendz e Vidoser, digital companies che permettono alle persone comuni di diventare portavoce dei brand, entrano ufficialmente tra i partner dei Diversity Media Award, evento che premia i personaggi e i contenuti media che valorizzano i temi della diversità nell’informazione e nell’intrattenimento, e decidono di mostrare un nuovo lato della diversità, quella che si vive ad un metro d’altezza.

Friendz e Vidoser per la diversità scelgono Francesca Moscardo - in arte Nanabianca - blogger veronese che fa della sua disabilità una vera forza. Lei stessa si descrive come “nana, anzi nanissima” e grazie alla sua visione privilegiata del mondo è stata capace di lasciare di stucco gli ospiti della serata con domande a bruciapelo, facendo vivere loro, anche solo per un attimo, il mondo dalla sua curiosa ed entusiasmante prospettiva. 

Non ho mai capito se Francesca è così perché è alta meno di un metro o la sua statura è solo una delle sue chicche. Quando parla ti lascia sempre fra il sorpreso, l’interdetto e il divertito. E’ ben più di una una bombetta di autoironia e forza d’animo, ha anche la faccia tosta ed è lei che il più delle volte ti guarda dall’alto in basso” dice Cecilia Nostro, co-founder di Friendz.

Francesca Moscardo - in arte Nanabianca.

Photo credit Paul Crespel

Francesca, autrice de “Il mondo a un metro d’altezza”, ha quindi intervistato ospiti e influencer nelle Instagram Stories dei profili @friendztheapp e @Vidoserapp, facendoli riflettere con insolita ironia sugli aspetti della vita che spesso si danno per scontato, come ingegnarsi per arrivare al lavandino anche solo per lavarsi le mani!

"È sempre curioso vedere come reagiscono le persone a domande spiazzanti sulla mia statura: la gente non si aspetta che io possa fare dell'ironia sulla mia diversità" aggiunge Francesca.

Non solo le parole, ma anche i gesti sono fondamentali per trasmettere messaggi inclusivi di positività. Per questo, Friendz e Vidoser hanno lanciato una campagna social a sostegno della diversità nelle due settimane precedenti all’evento, che è proseguita offline anche durante la serata.
Migliaia di video e foto di abbracci creati dagli utenti delle due community sono comparsi su Instagram sotto l’hashtag #ahumanrhapsody, creando un’enorme catena capace di racchiudere, in un solo gesto, tutto l’amore e il sostegno per il prossimo.

Roberto Lacorte - utente Friendz | Veronica Pompei - video utente Vidoser

"Grazie alla nostra community abbiamo cercato di trasmettere la bellezza della diversità. I video prodotti hanno raccontato i sorrisi e l'emozione di un abbraccio, trasmettendo quel valore che spesso dimentichiamo. Siamo felici di aver contribuito all'iniziativa" commenta Alessandro La Rosa, co-founder di Vidoser.

Celebrare la diversità è ciò che Friendz e Vidoser fanno ogni giorno, permettendo alle persone di mettere a disposizione la loro creatività ed il loro punto di vista unico per comunicare in modo inedito ed esplosivo.


Share